Per tutti gli ordini a partire da € 30 la spedizione per l'Italia è gratuita.

Arte sconosciuta del volo di Enrico Fovanna

Arte sconosciuta del volo di Enrico Fovanna
Presentazione

Dettagli Evento

  • Cappella Mellerio
  • 25 Gennaio, 2020
  • 17:30 - 18:30

Contact event manager

1 2 3 4

Book your tickets

Thank you Kindly

Arte sconosciuta del volo di Enrico Fovanna

Cappella Mellerio, Via Giacomo Mellerio, Domodossola, VB, Italia

17:30 - 18:30
25 Gennaio, 2020

000000

Libreria Grossi

Organizer's other events

Arte sconosciuta del volo di Enrico Fovanna

Cappella Mellerio, Via Giacomo Mellerio, Domodossola, VB, Italia

17:30 - 18:30
25 Gennaio, 2020

PRINT

Enrico Fovanna

presenta il suo nuovo romanzo:

“L’arte sconosciuta del volo”

Giunti Editore

 

Premosello, Piemonte settentrionale, 1969. È il primo novembre, vigilia del giorno dei morti, e una scoperta agghiacciante sta per risvegliare l’orrore in paese, sconvolgendo l’infanzia di Tobia. Su una strada di campagna, vicino al ruscello, è stato rinvenuto il corpo di un suo compagno di scuola. A pochi mesi di distanza dal ritrovamento del cadavere di un’altra ragazzina. In paese si diffonde il terrore: ormai è evidente che per le campagne si aggira un mostro, un mostro che uccide i bambini. Tobia è afflitto dal senso di colpa e dalla vergogna, perché con quel ragazzo aveva fatto a botte proprio il giorno della sua scomparsa, desiderando davvero di liberarsi di lui. Adesso è difficile tornare alla vita di prima, all’amore innocente ed esaltante per Carolina, ai giochi spensierati con padre Camillo e con Lupo, il matto del paese. Soprattutto quando i sospetti dei paesani si concentrano su una persona molto vicina a Tobia, sulla cui innocenza lui non ha alcun dubbio. Quarant’anni dopo, Tobia vive a Milano e fa il medico legale. Demotivato dal lavoro e lasciato dalla moglie per l’impossibilità di avere un figlio, sta vivendo uno dei momenti più bui della sua vita. Sarà una telefonata di Ettore, il suo vecchio compagno di scuola, a convincerlo a tornare dopo tanti anni nei luoghi dell’infanzia, per il funerale di Lupo. E questo inatteso ritorno cambierà la rilettura del suo passato… Un romanzo intenso e toccante, in cui grazie all’amore un adulto sconfigge i fantasmi dell’infanzia.

 

Enrico Fovanna, è nato a Premosello (Vb) nel 1961. Vive a Milano, dove si occupa di temi sociali, immigrazione, diritti umani. Il 9 novembre 1989, giorno della caduta del Muro di Berlino, è stato assunto dal quotidiano «Il Giorno» dove ancora oggi lavora. Con Il pesce elettrico, suo romanzo d’esordio poi ristampato nel 2002, ha vinto il Premio Stresa 1996 e il premio Festival del Primo romanzo, al Salone del libro di Torino 1997. Ha pubblicato anche per E/L e Utet e realizzato reportage da Paesi in guerra all’estero, tra cui Iraq e Afghanistan.

Cappella Mellerio, piazza Rovereto, Domodossola (VB)